Reportage: Kyrgyzstan

  

 

                   Questa è una terra in cui la bellezza trafigge come un dolore e possiede diritto divino di sovranità.. .. .. 

 

 

Ci sono i monti Tien Shen perfettamente scolpiti quasi a rendere ancora più sfacciata la straordinaria bellezza di alcuni dei paesaggi più belli che l'uomo conosca.

C'è il lago Issyk Kul che è il 2° più grande lago alpino del mondo e si estende maestosamente in mezzo alle "celestiali" montagne Tien Shan. Il lago è così grande da sembrare un mare, ma con uno sfondo innevato in lontananza che lo caratterizza.. Non solo il lago è bello ma è circondato da diverse gole mozzafiato.

Situato nella parte meridionale del paese il Monte Sulaiman è considerato un luogo sacro dalla gente di fede islamica. E' presente un grande museo, nonché numerosi siti storici, tra cui 2 moschee del 16 ° secolo, un gran numero di incisioni rupestri, e rovine medievali.

Tash Rabat è un antico caravanserraglio della via della seta composto da 31 camere a cupola che un tempo ospitavano mercanti e viaggiatori lungo la Grande Via della Seta che viaggiavano dalla Cina verso l'Occidente e viceversa. Si trova in provincia di Naryn nella valle di  Kara Koyun.

 

Ma il Kyrgyzstan è anche un paese con molti problemi.

Le carenze nei metodi di applicazione della legge e nella condotta della magistratura contribuiscono alla persistenza di gravi abusi in relazione alla violenza etnica nel sud della nazione. L'etnia uzbeka e di altre minoranze rimangono particolarmente vulnerabili. Gli attacchi dei tribunali ad avvocati e imputati, in particolare nei casi relativi agli eventi Giugno 2010, si verificano ancora con evidente impunità.

Il difensore dei diritti umani Azimjon Askarov è stato ingiustamente imprigionato. Nel 2013, le autorità hanno proposto iniziative legislative per rafforzare le restrizioni ai gruppi non governativi. .La violenza e la discriminazione contro donne, lesbiche, gay, e bisessuali restano preoccupanti. Alcuni gruppi religiosi hanno affrontato vessazioni da parte delle autorità. L'oltraggio ad un pubblico ufficiale è tutt'ora un reati penale.

I paesi partner del Kirghizistan hanno sollevato preoccupazioni sui diritti umani durante tutti questi ultimi anni, ma non è mai stato fatto niente di concreto per cambiare qualcosa.

Le dichiarazioni rilasciate dai leader dell'Unione europea in occasione della visita del Presidente del Kirghizistan a Bruxelles sottolineavano alcune iniziative nel sostenere lo stato di diritto e i diritti delle minoranze, senza però, poi, impegnarsi nel sollecitare effettivi miglioramenti concreti. Più recentemente un meeting presso il consiglio di cooperazione a livello ministeriale ha sollecitato "ulteriori passi per affrontare il problema dei diritti umani", sottolineando "la riconciliazione inter-etnica" e il "ruolo significativo" svolto dalla società civile.