Tai Chi Chuan

 

La Scienza nello Studio del Tai Chi

 

Di recente il "Journal of the American Geriatrics Society" ha pubblicato uno studio nel quale gli scienziati dell'Institute of Injury Prevention and Control della Taipei Medical University hanno comparato gli effetti della pratica del Tai Chi a quelli di una terapia fisica specifica per il rinforzamento dei muscoli delle gambe (la cosiddetta Let, ovvero lower extremity training) rispetto alla prevenzione delle cadute negli anziani. Il lavoro ha mostrato che gli anziani che praticano Tai Chi sono fino al 50% meno soggetti a cadute degli altri. 
Vari lavori dello statunitense "National Institutes of Health hanno sottolineato gli effetti benefici del Tai Chi nella prevenzione delle cadute e nel miglioramento dell’equilibrio, ed in particolare, per i soggetti affetti da morbo di Parkinson.
Uno studio condotto dal "National Center for Complementary and Integrative Health (Nccih)" ha concluso che il Tai Chi sembra ridurre il dolore e migliorare la mobilità di persone con osteoartrite alle ginocchia; un altro lavoro, sempre condotto dall’Nccih, ha mostrato l’effetto positivo di 12 settimane di Tai Chi nel lenire il dolore da fibriomialgia e consentire di tornare a compiere attività quotidiane come camminare, fare lavori domestici e cucinare.
Anche il mondo medico e scientifico considera il Tai Chi molto più di una semplice ginnastica. La scienza l'ha ormai preso in considerazione come forma di prevenzione e di medicina complementare e alternativa.
Purtroppo però ritengo che gli studi che riguardano specificamente il Tai Chi, finiscono ancora per fornire solo risultati preliminari che richiederebbero ulteriori test per chiarire e comprendere, soprattutto quando si desidera utilizzare il Tai Chi Chuan terapeuticamente.
Il Tai Chi è una pratica "olistica" che incorpora movimento e postura, forza, flessibilità, efficienza, respiro, concentrazione, attenzione, consapevolezza, visualizzazione, intenzione, nonché interazioni psicosociali, spiritualità e molto altro. Studi scientifici raramente possono garantire un controllo soddisfacente su tutto ciò. La maggior parte degli studi può solo fornire indicazioni preliminari e non è certamente quali aspetti della pratica stiano contribuendo a determinati benefici riscontrati. Senza controlli solidi e adeguati, anche i risultati e le conclusioni della ricerca non possono essere precise.
Sono coinvolti così tanti fattori che è difficile sapere quale componente contribuisce a quale effetto. Inoltre isolare troppi fattori e/o la semplificare e modificare le forme significa non poter più considerare tale pratica come Tai Chi Chuan, ma come qualcosa di diverso. So di alcuni ricercatori che hanno apportato modifiche alle forme standard di Tai Chi al fine di aumentare l'efficacia dei trattamenti, per esempio. In questo modo si vengono a creare che alla fine vengono a creare sequenze modificate che assomigliano più ad una sorta di esercizi di Qi Gong che a Tai Chi, e certamente non ad un pratica di arti marziali.
Alcuni ricercatori raggruppano quelle che sembrano essere arti non correlate in categorie più ampie nei loro studi, il che confonde la chiarezza di quali siano i fattori che contribuiscono. Ad esempio, se i ricercatori sono interessati ai benefici della "risposta al rilassamento" nel contrastare gli effetti avversi dello stress, possono includere Tai Chi Chuan e/o Qi Gong insieme a vari tipi di meditazione, Yoga e persino preghiera ripetitiva.
Esistono troppi potenziali fattori variabili. Ad esempio, se i ricercatori sono interessati al Tai Chi Chuan per curare l'insonnia in genere reclutano soggetti già diagnosticati con insonnia per vedere se il Tai Chi può migliorare le loro condizioni. Questo porta a "distorsioni della selezione" in cui i soggetti partecipanti che vivono già quella condizione parteciperanno a qualcosa di nuovo da cui potrebbero aspettarsi di ricevere un beneficio. La natura "alternativa" della terapia, o la reputazione dei benefici del Tai Chi per la salute, o qualsiasi altro fattore, potrebbe portare all'aspettativa di benefici. Queste aspettative, se non adeguatamente controllate, spesso producono conclusioni non corrette. A volte è difficile separare i sentimenti da ciò che sta realmente accadendo fisiologicamente, soprattutto quando non sono inclusi test oggettivi. L'analisi di sentimenti o opinioni può facilmente attribuire, in maniera erronea, miglioramenti a ciò che potrebbe invece essere attribuito all'effetto placebo.
I risultati degli studi scientifici sul Tai Chi Chuan ad oggi non sono all'altezza, principalmente a causa delle limitazioni dei protocolli e della metodologia di ricerca, nonché dell'eterogeneità delle pratiche utilizzate negli studi. Non è raro che ricercatori indipendenti giungano a conclusioni contrastanti. 
Per capire esattamente perchè e come il Tai Chi apporti più benefici di altre attività, gli studi devono essere più rigorosi di quanto non siano stati gli studi attuali. 
Fino a quando la ricerca preliminare non sarà confermata da ulteriori studi condotti da gruppi indipendenti, credo che dovremo affidarci ancora all'ottima considerazione che del Tai Chi ha il mondo medico, all'esperienza, ed alle sensazioni dei praticanti.

 

https://taichichuanqigongpistoiafirenzeniccolai.jimdosite.com/