APS-C

  

  

Aps-c è un tipo di sensore di cui esistono molte varianti diverse a seconda del modello e del produttore della fotocamera, in ogni caso, comunque, tutte queste varianti sono più piccole di un fotogramma da 35 mm (che misura 24 x 36 mm). Dato che, come dicevo, il sensore ha dimensioni inferiori al formato della pellicola 24x36 mm, ovviamente verrà catturata soltanto la parte centrale dell'immagine che sarà così "ritagliata" (croppata) e di conseguenza risulterà ingrandita come se venisse usato un obiettivo con focale proporzionalmente maggiore (ciò presenta anche un aspetto positivo, ossia il fatto che la porzione centrale delle lenti dell'obiettivo normalmente ha minori aberrazioni della zona periferica).

Abbiamo quindi un punto di vista più stretto rispetto alla pellicola 35 mm (o al full frame). Questo è il motivo per cui ogni produttore offre una vasta gamma di obiettivi progettati per i vari formati. Perciò si può dire che non sia corretto affermare che, ad es., un obiettivo 70/300 diventa un 105/450…l'obiettivo rimane un 70/300 solo che è impiegato su un corpo macchina con un coefficiente diverso che riduce l’effettivo campo visuale fermato dallo scatto e visibile poi nell’immagine.

Mantenendo invariati tutti gli altri elementi,  con un sensore più piccolo diminuisce la qualità dell'immagine a causa della sua minor risoluzione. Con un sensore più piccolo però le distorsioni vicino ai bordi dell'immagine, in generale, diminuiscono, così come, naturalmente, le dimensioni della fotocamera, il peso ed il prezzo.