La conservazione dei file

 

 

 

Sebbene a me non sia mai accaduto niente di simile, so per certo che a certi amici e colleghi è successo di perdere immagini digitali che conservavano in CD, floppy, dischi rigidi, etc.

Se anche soli pochi byte andassero perduti l'intera immagine sarebbe andata.

 

Un modo per proteggere CD e DVD che è quello di copiare i file da un vecchio CD ad un nuovo CD (o ad una chiavetta USB) ogni due o tre anni. .

 

Purtroppo le immagini digitali conservate vanno perdute all'improvviso. Oggi l'immagine è perfettamente leggibile, e domani non c’è più.

 

L’aspetto positivo delle immagini stampate è che anche se si rovinano, lo fanno lentamente. Sbiadiscono, si strappano, si graffiano, etc, ma l'immagine è ancora visibile e ricostruibile dall'occhio umano.

 

Anche se un certo file riuscisse a resistere nel tempo potrebbe non essere più leggibile dai computer di un lontano futuro, mentre un pezzo di carta, anche tra 150 anni, mostrerà l'immagine originale direttamente agli occhi dell’osservatore, almeno se trattata adeguatamente in fase di stampa.

 

Quindi un consiglio pratico è di…

 

stampare le immagini a cui teniamo davvero in più copie e metterle in un luogo sicuro!

Luogo sicuro che sarà un ambiente buio, fresco e relativamente asciutto dove conservare album e foto in cassetti o scatole scure.

 

Se possibile mantenere la stanza ad una temperatura costante poiché variazioni troppo forti non sono consigliabili.