Maschera di contrasto

  

 

 

Maschera di contrasto è una traduzione non letterale dell'inglese Unsharp Mask (maschera non nitida)....e non è un sistema nato col digitale bensì esistente già nel mondo della stampa tradizionale dove a sovrapporsi erano però il negativo originale e una copia (un po' sfocata) ottenuta per contatto frapponendo un vetro tra le due.

 

Semplificando notevolmente si potrebbe dire che quello della cosiddetta maschera di contrasto (digitale) è un processo nel quale si prende una foto, la si copia, leggermente più sfocata rispetto all'originale, poi si fondono le due immagini insieme. Con la maschera di contrasto quindi si ricrea un'immagine utilizzando l'originale, filtrata attraverso questa maschera come l'acqua attraverso un filtro. Tale filtro rende i bordi più forti rispetto all'originale se uniti...senza aumentare disturbo o imperfezioni. Esso enfatizza le differenze tra i vari dettagli della fotografia (ma, deve essere chiaro, non può aumentare certo il dettaglio e far apparire elementi che non sono stati catturati in fase di scatto). Questo procedura migliora le immagini in una certa misura, e spesso dona un aspetto più tridimensionale e visivamente più interessante.

In sostanza se fotografo una porzione di spiaggia con una paletta blu in essa conficcata, la maschera semplicemente renderà la sabbia più chiara e la paletta più scura, e l'immagine sembrerà più nitida.

In Photoshop ci sono tre parametri da gestire...amount/fattore, radius/raggio e threshold/soglia.

 

Il Fattore ci permette di decidere quanto contrasto applicare sui pixel che individuiamo attraverso gli altri due parametri.

Con il Raggio definiamo lo spessore dei bordi che separano i vari elementi della nostra foto (se i soggetti presenti sono molti e di piccole dimensioni sarà probabilmente opportuno un raggio ,e quindi uno spessore di bordi, minore rispetto al caso ad es. di un unico grande soggetto).

Con la Soglia possiamo aumentare il contrasto sui bordi, ossia dove le differenze di brillanza sono maggiori, oppure decidere di aumentarlo su tutta l'immagine.