Raw

 

 

 

Il file Raw è un'immagine che contiene informazioni non elaborate, o non sviluppate,. Si pensi al RAW come l'equivalente digitale di un negativo fotografico. Al contrario, il file JPEG ci offre immagini che sono completamente sviluppate e compresse. E’ come se fosse una foto già pronta.

Scattare in Raw ci da molte più possibilità di plasmare l'immagine a nostro piacere permettendoci di correggere alcuni errori eventualmente commessi al momento dello scatto, o nella scelta dell'esposizione. Per fare ciò dobbiamo necessariamente utilizzare uno software adatto ad elaborare i file e produrre JPEG o TIFF. Camera Raw (di Adobe Photoshop) è probabilmente il più popolare ma ce ne sono molti tra i quali scegliere in circolazione.

Con questi software si ha così la possibilità ad es. di cambiare il bilanciamento del bianco, l’esposizione, il contrasto, la saturazione, e anche la taratura dei canali del rosso, del verde e del blu o di correggere le aberrazioni dovute alle lenti ed alle luci senza perdita di dati.

La dimensione di un file RAW è molto più grande rispetto ad un JPEG, ma è leggermente più piccolo di un file TIF.

 

Riepilogando…

 

• non un file immagine già pronto ed utilizzabile di per sé ma che richiede un software per essere visualizzato.

• almeno 8 bit per colore - rosso, verde e blu (12-bit per X, Y posizione), anche se la maggior parte delle DSLR   memorizza 12-bit di colore (36-bit per posizione).

• un file non compresso…ossia una fotocamera da 8 megapixel produrrà un file Raw 8 MB.

• corrisponde all’insieme di tutte le informazioni registrate dal sensore della fotocamera, senza perdite.

• superiore in gamma dinamica (maggiori possibilità di visualizzare dettagli in luci e ombre).

• inferiore per contrasto (più piatto).

• non adatto per essere stampato direttamente dalla fotocamera o senza una post-elaborazione. 

• di sola lettura in attesa di essere elaborato dal computer.